Didattica e ologrammi

di Alberto Giovanni Biuso
(5.4.2020)

Lo scorso 30 marzo ho registrato soltanto 10 minuti delle mie lezioni telematiche per spiegare le ragioni per le quali continuerò a svolgere le lezioni in questa modalità senza però registrarle.

Il video si può trovare qui, liberamente visibile: Unict. Lezione di Filosofia teoretica. 30.3.2020.

In un mio testo di qualche anno fa scrivevo che «la vita trasformata in rappresentazione televisiva o digitale diventa reversibile nell’infinita ripetibilità dell’immagine, nel potere che l’icona possiede di fare di se stessa un presente senza intervallo, limite, fine» (Temporalità e Differenza, Olschki 2013, p. 18).

Gli umani si abituano a tutto. Abituandosi a sostituire le relazioni del mondo degli atomi con la finzione del mondo dei bit perderanno la loro stessa carne, il senso dei corpi, la sostanza delle relazioni. Non saranno più entità politiche ma ologrammi impauriti e vacui.